Design Week: ricordando il 2014 artistico di Wolford

Siamo nel periodo del Fuorisalone e della Design Week: Milano diventa cornice prestigiosa e creativa per tanti eventi nell’ambito del design, ma in realtà è tutta l’Italia a diventare fulcro di attività, inaugurazioni e workshop dedicati al design. Anche Wolford ama l’arte e, in occasione della settimana milanese a tema, vogliamo ricordare il nostro percorso artistico dello scorso anno: Wolford meets Art, cammino lungo tutto il 2014, per mescolare la moda con tanti ambiti complementari, anche se spesso visti come lontani.

Il viaggio nell’arte è iniziato stringendo una partnership con la famiglia Crepax: Valentina, eroina delle celebri grafic novel di Guido Crepax, è diventata testimonial del progetto “Wolford Fashion Girl”, come simbolo di femminilità, indipendenza e stile.

design_Wolford_1

È stata poi la volta di #UpdateYourLegs, evento multidisciplinare che ha mescolato narrativa, fotografia e moda, mettendo al centro proprio le gambe delle donne, raccontate tramite short-tales, poi dipinte in scatti di stile e infine premiate con un party esclusivo alla boutique Wolford di Roma.

design_Wolford_2

Chi non conosce il Ballerina Project? Anche la danza fa parte del background artistico targato Wolford Meets Art: le splendide ballerine immortalate in immagini suggestive vestono abiti, calze e body Wolford, flessuose ed eleganti come il brand da sempre presenta le sue donne.

design_Wolford_3

Anche il 2015 è iniziato con un “botto” artistico: proprio qui da noi in sede, a Bregenz, c’è stata in gennaio la sfilata di presentazione della nuova collezione di collant e lingerie AW2015. Sfilata è un termine riduttivo, però: si tratta di un vero #Wolfordshow con performance artistiche, mapping, musica, danza e molto altro ancora.

design_Wolford_4

La moda non è bidimensionale, ma polidimensionale: ogni disciplina artistica e creativa trova il proprio posto nel concept di ogni progetto Wolford. E il 2015 ha in serbo ancora moltissime attività e nuoe strade da percorrere, per rendere sempre più concreto il connubio tra fashion e design, fotografia e arte figurativa, danza e progettazione.

– greta