Helmut Newton

 “Il mio lavoro come fotografo ritrattista è di sedurre, divertire ed intrattenere”.

Così disse il famosissimo fotografo Helmut Newton per descrivere il suo modo di intendere la fotografia ed il suo essere fotografo.

Il concetto di seduzione e di divertimento richiama l’accessorio indispensabile per le donne: le collant.

 

HLMUT3

Pochissimi prima e dopo di lui hanno saputo amare e ritrarre le donne in maniera sensuale, a volte provocatoria, senza mai essere volgare. Il corpo nudo di una donna è per lui il modo attraverso cui ritrarre tutte le sfaccettature di una donna. Per questo motivo l’erotismo delle sue foto può essere patinato, come quello che emerge dai suoi servizi di moda e bellezza, sia avere tratti sado-maso o fetish. Uno stile provocatorio rappresentato dalla sua passione per le donne androgine, imponenti, determinate, ma rappresentate appunto in maniera volontariamente sottomessa, quasi volessero sminuire se stesse.

Nato a Berlino nel 1920, Newton ha poi avuto un’esistenza movimentata e cosmopolita.

 

Tutta questa sua vitalità si ritrova nei tratti principali delle sue foto, dove i soggetti ritratti sono scultorei, dominanti, con un fascino unico. Sicuramente la scelta di utilizzare il bianco e nero è determinante per trasmettere queste sensazioni allo spettatore.

 

Helmut2

C’è anche un certo vouyerismo che attrae verso i suoi scatti: il porno-chic di cui è inventore seduce perché bello e non stereotipato. Era vissuto dal fotografo stesso, tant’è che si dice girasse con manette e catene da usare per i suoi shooting.

L’autenticità dei ritratti è palpabile. Il fotografo stesso ha dichiarato in più occasioni di non essere interessato a venire esposto in gallerie importanti o musei, quindi la sua arte non era al servizio di un pubblico, ma di se stesso. Non è un caso che la moglie June sia stata sia soggetto che direttore artistico dei suoi scatti: “sono stato molto fortunato ad avere mia moglie come direttore artistico, è venuto fuori qualcosa di buono. Un grande successo, di cui sono fiero”.

 

HELMUTNEWTON